Casa facile felice

2

Zeppole di Patate

Antonietta 30/12/2012

Questa ricetta si può fare in ogni occasione ma, nei miei ricordi,  è associata ad un tempo da lupi, giornate fredde e piovose, quando si era costretti a stare in casa, davanti al camino perché non si poteva andare a giocare  fuori. Ho visto fare le zeppole di patate alla mia  prozia Pasqualina, quando frequentavo le scuole elementari; le ho viste fare a mia madre Marianna, quando frequentavo le scuole superiori; le ho viste fare a mia sorella Uliana quando ero già madre di due bambini; io stessa le ho fatte per i miei figli, nelle giornate  uggiose. Ogni volta le zeppole di patate avevano qualcosa di diverso, come a voler pretendere  il tocco personale di chi le preparava. Quindi questa non è la ricetta originale e … non so nemmeno se esiste una ricetta originale.
Ingredienti per 24 / 28 zeppole ( dipende dalla grandezza):

  • 250 grammi di farina più un po per lavorare l’impasto,
  • 250 grammi purea di patate,
  • 50 grammi di burro ammorbidito,
  • 50 grammi di zucchero più 30 grammi per decorare,
  • 50 ml di liquore (Vermout bianco o Anice),
  • 50 ml di latte tiepido,
  • 10 grammi lievito di birra,
  • ½ grammo di polvere di cannella più 1 grammo per decorare,
  • ½ grammo di polvere di vanillina,
  • 2  uova intere,
  • 1  pizzico di sale,
  • 1  limone (solo la buccia lavata e  grattugiata),
  • olio per friggere.

Sciogliete il lievito di birra nel latte tiepido, unite un pizzico di zucchero e 3 cucchiai di farina. Mescolate fino a formare una pastella densa e liscia. Coprite e lasciate lievitare in un posto riparato e tiepido ( il forno spento va benissimo), per 1 ora circa o finché  non sia raddoppiata di volume.

 

 

 

 

 

Quando la pastella è quasi pronta, fate il secondo impasto  mescolando la farina, le patate, la cannella, la vanillina, la buccia del limone, il sale, lo zucchero, il liquore e il burro morbido.

 

 

 

 

 

Aggiungete la pastella e amalgamate bene; per ultimo aggiungete 1 uovo alla volta impastando con energia. Se necessario, usate un po di farina per lavorare l’impasto che deve risultare morbido, quasi appiccicoso.
Lasciate lievitare ancora nel forno spento, coperto,  per circa 1 ora. Trascorso il tempo, tagliate  pezzi di 30 grammi circa dall’impasto, lavorateli come se voleste fare i grissini e chiudete sovrapponendo i 2 estremi (come la Q ma con 2 codine);

 

 

 

 

 

mettete  le zeppole su un asse di legno o su un vassoio coperto da un canovaccio pulito e  lasciate lievitare per 1 ora in un posto riparato e tiepido.
Trascorso il tempo della terza lievitazione, cuocete le zeppole in olio di oliva extravergine puro o mescolato con olio di arachide. Fate dorare da tutte le parti e mettete a sgocciolare su carta assorbente.

 

 

 

 

 

Mescolate lo zucchero e la cannella in un recipiente adatto e quando le zeppole sono asciutte, passatele in questa mistura profumata.
Se non volete friggerle, procedete in questo modo:  fate fare  la terza lievitazione  allineandole  sulla teglia del forno,  imburrata e infarinata.

 

 

 

 

 

Trascorso  il tempo, infornate a 160°C (forno ventilato) per 20 minuti circa ( dipende dalla grandezza).  A cottura ultimata,  intingete nel burro fuso un pennello, ungete  leggermente  le zeppole e  passatele nello zucchero cannellato.

Related Posts

Comments (2)

  1. Mmh, che bontà… penso che la aggiungerò alla lista di cose che devo imparare a fare, insieme alla parmigiana di melanzane e melanzane sott’olio :-)

    Reply
    • :) grazie, l’apprezzamento dei nostri utenti è sempre benvenuto e ci stimola a fare sempre meglio ;)

      Reply

Leave a Comment

Login to your account

Can't remember your Password ?

Register for this site!