Casa facile felice

2

Aprile nel Giardino

Antonietta 01/04/2014

Nelle giornate assolate e senza vento, è consigliabile esporre all’aria le piante di appartamento. In questo inizio mese eseguite il rinvaso delle piante tropicali; ricordate che questa operazione va fatta di sera dopo aver bagnato leggermente il terriccio,  in modo che il pane di terra che avvolge le radici non si sgretoli, stressando oltremodo la piantina; per qualche giorno tenetela  lontana dal sole diretto. Per quelle piante che hanno più di 6 anni o sono diventate molto grandi e non possono subire un rinvaso, ricordiamo che va sostituita la parte superiore del terriccio con altro ricco di nutrienti. Per la moltiplicazione, procedete in questo modo: separate con delicatezza e decisione i cespi, i rizomi o i polloni dalla pianta madre e trapiantate in terriccio soffice e ricco di nutrienti, collocandoli in posti riparati e luminosi; in Autunno provvederete al rinvaso.

 

 

 

 

Trapiantate a dimora le piantine da giardino roccioso e i fiori perenni.

 

 

 

 

Potate le piante rampicanti come il glicine ed eliminate i rami sfioriti delle forsizie.

 

 

 

 

Potate anche gli arbusti delle siepiagrifoglio, alloro.

 

 

 

 

Trapiantate in piena terra i fiori da taglio con il pane di terra integro.

 

 

 

 

E’ ancora possibile mettere a dimora le bulbose a fioritura estiva come l’Agapanthus e l’ Alstroemeria.
Aprile è il mese durante il quale si inizia ad usare la falciatrice nel prato, sempre ponendo massima attenzione al ristagno di acqua ed evitando di fare lavori se il terreno non si sia asciugato bene dopo la pioggia; controllate che il prato abbia erba in quantità uniforme, i diradamenti possono essere eliminati con la risemina delle zone danneggiate avendo cura di smuovere leggermente il terreno con l’arieggiatore (cilindro chiodato) o usando il rastrello.

 

 

 

 

La stessa operazione si può eseguire su quelle zone ingiallite o danneggiate dalle gelate invernali. In questo mese e fino a Maggio, potrebbe essere necessario falciare il prato più volte in una settimana, dato l’alto ritmo di crescita dell’erba; sarebbe opportuno asportare dal terreno i residui delle falciate, si eviterà che la loro abbondanza provochi danni al manto erboso.

Related Posts

Comments (2)

    • Ogni 1° giorno del mese esce un articolo che riguarda l’orto e il giardino,ti ringrazio per il commento.

      Reply

Leave a Comment

Login to your account

Can't remember your Password ?

Register for this site!