Casa facile felice

0

Bruschetta

Antonietta 25/07/2012

Nel secolo scorso le famiglie usavano fare il pane nei forni della comunità. Le pagnotte bastavano per una settimana.  Era consuetudine mangiare fette di pane con qualcosa sopra come companatico.

Più tardi, negli anni  ottanta, queste fette di pane sono diventate bruschette, una specialità,  a volte molto ricercata ( pensate alla tartina – bruschetta  con il tartufo! ).

C’erano molti modi di usare il pane raffermo:  BruschettaPancottoTocchetti.  Qui parleremo della Bruschetta.

Anticamente il pane vecchio veniva tagliato a fette e abbrustolito vicino alle braci del camino, poi posto nel piatto e unto con olio extravergine di oliva molato a freddo. Era il cibo veloce dei lavoratori che non usavano perdere tempo quando vi erano lavori da portare a termine o erano tanto poveri da accontentarsi di Panunto (Toscana).

Oggi ci sono modi infiniti per preparare una bruschetta, il pane che si usa è quasi sempre fresco e i condimenti utilizzati sono perlopiù eccessivi, a discapito  della genuinità del gusto.

Il modo migliore per prepararla è essere parchi: in abbrustolimento, in condimento, in quantità.

Ingredienti base:  pane abbrustolito, olio extravergine di oliva.

  • Bruschetta Marianna:    in una ciotola, preparate  pomodorini tagliati a pezzetti piccoli e olive Taggiasche, condite con un pizzico di sale e origano.Passate da una sola parte della fetta di  pane integrale, un aglio che lasci solo un profumo leggero, mettete su ogni fetta un cucchiaio di preparato e condite tutto con un filino di olio
  • Bruschetta Minaica:  sopra la fetta di pane bianco, strofinate la polpa del pomodoro dal quale avrete tolto i semi. Mettete sopra ogni fetta una alice di Menaica marinata nel limone e un pizzico di pepe, guarnite con foglioline di basilico e condite con un filino di olio.

 

 

 

Related Posts

Leave a Comment

Login to your account

Can't remember your Password ?

Register for this site!