Casa facile felice

0

Ulivo: Storia, Curiosità, Virtù terapeutiche.

Antonietta 25/11/2014

L’Olivo, Olea europaea, è una pianta conosciuta e apprezzata da tempi remoti, infatti, abbiamo notizie di questo albero dai Sumeri che lo diffusero in tutto il vicino Oriente e in Grecia e da qui poi fatto conoscere nei territori della Roma Antica. Furono i Latini a diffondere l’Olivo nella Libia e sulle coste del Mediterraneo occidentale.
Al tempo di Omero era molto nota questa pianta tanto che il suo Ulisse ci racconta che il suo letto nuziale era ricavato nel tronco di un Olivo intorno al quale aveva costruito la sua casa.
La leggenda racconta che tra gli dei Atena e Poseidone, figli di Zeus, si accese una disputa su chi dei due avesse titoli per dare il proprio nome alla capitale dell’Attica. Come sempre nelle storie di dei e di eroi, tutto si risolse con una sfida, colui che avrebbe donato la cosa più utile alla città avrebbe vinto la sfida. Poseidone, dio del mare, donò un maestoso Cavallo e Atena donò l’Olivo. La dea vinse la sfida e la capitale si chiamò Athênai, l’odierna Atene e in suo onore si tennero giochi e gare musicali che vedevano i vincitori incoronati con serti di olivo e premiati con ampolle di olio d’oliva. A quel tempo era uso comune che ci si ungesse di olio d’oliva durante gare atletiche e durante la permanenza nelle terme; al tempo dell‘impero romano, durante le campagne per le conquiste di territori impervi e freddi nel nord, i soldati usavano ungersi il corpo per contrastare i gelidi Inverni.
Nella cultura Cristiana, l’Olivo rappresenta il simbolo della pace; l’Orto degli Ulivi, a Getsemani, è conosciuto e ricordato perché Gesù riposò sotto le loro fronde, prima di essere arrestato. E’ probabile che vi fossero solo otto piante di Olivo, al tempo di Gesù e che per perpetuare quelle piante, esse siano state rigenerate e moltiplicate per conservarne il simbolismo Cristiano.
Nella Bibbia, l’Olivo rappresenta il simbolo del perdono e della benedizione Divina, infatti la colomba che Noè lasciò libera di volare, dopo il diluvio universale, tornò all’arca con un ramo di Olivo nel becco.

Virtù terapeutiche.
Dell’Olivo si utilizzano la corteccia, le foglie e i frutti. Tutte le parti della pianta si usano fresche ad eccezione dei frutti che si possono conservare in vari modi, alcuni dei quali sono descritti nella sezione Ricette.
La corteccia si raccoglie in Primavera e in Autunno, viene utilizzata nella preparazione di macerato glicerico per la cura delle nevrosi fobiche e ossessive. Più spesso associato al biancospino, ( Crataegus oxyacanta ) o alla betulla (Betula pubescens) per combattere alti valori di trigliceridi e colesterolo nel sangue; il macerato glicerico associato al vischio (Viscum album) combatte l’aterosclerosi.
Le foglie si raccolgono durante tutto l’anno, possiedono particolari proprietà che risultano efficaci per contrastare l’ipertensione, infatti, sono vasodilatatori periferici e diuretici.
Sono inoltre efficaci per combattere l’arteriosclerosi, l’eccesso di grassi nel sangue, la cicatrizzazione dei tessuti nelle piaghe, il diabete e la febbre.
I frutti si raccolgono da Novembre a Febbraio per essere lavorati e trasformati in olive da consumare e in olio d’oliva. L’olio d’oliva ha molte proprietà terapeutiche, facilita il dissolvimento e l’espulsione dei calcoli biliari e renali, esplica una azione lassativa, la sua assunzione ha effetti benefici sull’ulcera gastrica, sulle ostruzione intestinali e sulle scottature; da non trascurare l’effetto detergente dell’olio d’oliva per la sua azione equilibratrice, idratante, emolliente e nutriente sulla pelle e sui capelli.
Molto importante è la azione benefica dell’olio d’oliva sulla sterilità, grazie all’alto contenuto della vitamina E.

In questo articolo trovate tutte le malattie che si possono prevenire e curare con l’olivo e i suoi derivati.

Nella sezione Orto e Giardino, trovate notizie botaniche sull’Olivo.

Nella sezione dedicata, trovate  le descrizioni di alcune ricette, in forma scritta e in video, per la conservazione tradizionale delle  olive.

Related Posts

Leave a Comment

Login to your account

Can't remember your Password ?

Register for this site!