Casa facile felice

0

Tabella resa del pesce.

Antonietta 01/12/2014

Oggi comprare il pesce, i crostacei o i molluschi è facile, basta leggere le etichette per sapere provenienza, data di pesca e tutto quello che può servire per una scelta consapevole.  Il pesce si vende anche già pulito, costa un po di più ma ci permette di servirne la quantità desiderata. Nel caso di acquisto di pesce intero, può essere utile avere un riferimento, il più accurato possibile, della quantità a disposizione dopo averlo pulito, evitando l’imbarazzo di porzioni piccole o insufficienti. Cominceremo dai pesci e, per comodità, li divideremo in due categorie.

  • Pesci tondi (o ovali).
  • Pesci piatti.

Pesci tondi.

Ecco la resa di alcuni pesci appartenenti alla prima categoria, naturalmente  ne mancano alcuni, nel qual caso, confrontateli con i pesci più o meno simili ( per esempio alici e sardine, branzino e ombrina,…), inseriti nella tabella:

  • Alici   70 %pesci tondi od ovali,ricciola,amberjack,seriolafisch
  • Baccalà  80 %
  • Branzino   60 %
  • Coda di rospo   50 %
  • Dentice  45 %
  • Nasello   70 %
  • Orata   60 %
  • Salmone  70 %
  • San Pietro   50 %
  • Scorfano  50 %
  • Tonno  50 %
  • Triglia  60 %

Pesci piatti.
Nella tabella che segue, trovate la resa in percentuale di alcuni pesci piatti. Come detto, se dovesse capitarvi di acquistare, per esempio, un Halibut nano, consideratelo come se fosse una Platessa.

  • Rombo 70 %
  • Sogliola 50 %
  • Platessa 50 %

Crostacei.
Naturalmente anche i crostacei hanno la tabella di resa in percentuale e come per alcuni pesci, anch’essi si trovano sui banchi già mondati; nel caso dovesse servire ecco quanto rendono una volta puliti.gamberoni

  • Aragosta 30 %
  • Astice 35 %
  • Canocchie 60 %
  • Gamberi 70 – 50 % (in base alla varietà)
  • Granchio 30 %
  • Scampi 35 %

Molluschi.
Sono chiamati così perché alcuni hanno il corpo molle; ve ne sono di tre varietà:

  • Lamellibranchi o bivalvi, il loro corpo è racchiuso in due conchiglie protettive.
  • Cefalopodi, privi di conchiglie, hanno dieci o otto tentacoli in prossimità della testa.
  • Gasteropodi, protetti da una sola conchiglia, si spostano con la parte del corpo dove è lo stomaco.

Nella tabella che segue, è riportata la resa in percentuale per le tre varietà.
Lamellibranchi:

  • Cannolicchi 50 %
  • Capesante 25 %
  • Cozze 30 %
  • Fasolari 30 %
  • Ostriche 30 %
  • Pettini 30 %
  • Vongole 20 %

Cefalopodi.calamaro, Loligo vulgaris

  • Calamari 70 %
  • Moscardini  60 %
  • Polpo  90 %
  • Seppia 50 %
  • Totani 70 %

Gasteropodi.

  • Patelle 25 %
  • Murici 20 %
  • Lumache 30 %
  • Chiocciole 25 %

Vi ricordo che le percentuali fornite per alcuni pesci sono suscettibili di imprecisioni dovute a molti fattori. La zona di pesca, per esempio è una variabile importante. E’ noto come le cozze spagnole di Vigo, in Galizia, abbiano la polpa più abbondante, rispetto alle cozze siciliane di Ganzirri.

Related Posts

Leave a Comment

Login to your account

Can't remember your Password ?

Register for this site!