Casa facile felice

Uncategorized
0

Noce: curiosità e virtù terapeutiche.

Antonietta 13/05/2016

Del Noce non si butta via niente, come per altre meraviglie che la natura ci offre. E’ una pianta con proprietà nutritive, tonificanti, stimolanti e leggermente lassative; la sua azione curativa principale riguarda i problemi circolatori, infatti agisce come tonico astringente delle vie venose e antisudorifero. L’alto contenuto di tannino ne fanno un naturale antidiabetico oltre che un antianemico per adulti e bambini.

Anticamente si pensava che la pianta fosse dannosa; il greco Dioscoride, medico, botanico e farmacista che esercitò a Roma ai tempi dell’imperatore Nerone, diceva che le noci procurassero mal di testa e di stomaco; San Isidoro da Siviglia faceva risalire il nome noce al latino noxsius cioè nocivo. Si dovrà aspettare il XVI° secolo perché fossero riconosciute le virtù terapeutiche della pianta. Con il tempo il Noce è divenuto familiare al punto che per estensione, si utilizza la parola noce per indicare una quantità di un ingrediente della dimensione del frutto (noce di burro) o un frutto di un’altra pianta con le caratteristiche similari (noce moscata, noce di cocco).

Il frutto è molto calorico, ricco di grassi e minerali;  contiene sodio, zinco, fosforo, potassio, calcio e magnesio oltre alle vitamine A, B1, B2, B12, F, PP, glucidi e fibra alimentare. Se ne sconsiglia l’uso abbondante giacché un  suo olio risulta essere poco digeribile.

Uso interno.

Le sue proprietà possono essere estratte mediante infuso, sciroppo o vino  impiegati  per combattere o contrastare anemia, spossatezza, rachitismo, difficoltà di digestione e per depurare l’organismo.

Uso esterno.

Alcune applicazioni particolari possono essere indicate per combattere disagi di natura estetica. Il succo del mallo combatte efficacemente le verruche; le foglie del noce opportunamente trattate possono essere impiegate in cataplasmi per curare le ulcere cutanee; la leucorrea e le infiammazioni vaginali  possono essere efficacemente curate con un decotto di foglie di noce; l’infuso è adatto per gargarismi che contrastano le infiammazioni di gola e bocca; gli impacchi e i lavaggi sono adatti per irritazioni causate dalla crosta lattea nei bambini, della pelle e nelle infiammazioni degli occhi.

Uso cosmetico.

L’infuso consente di contrastare la forfora e la caduta dei capelli; aggiunto all’acqua del bagno, ammorbidisce e tonifica la pelle. La presenza di Juglone  conferisce all’olio di mallo di noce al 6% una specifica protezione alla pelle, oltre ad una azione abbronzante, stimolando la produzione di melanina e la crescita delle ciglia.  Non eccedere con l’esposizione al sole giacché l’olio non ha proprietà filtranti.

Uso culinario.

I frutti secchi sono largamente utilizzati in cucina nella preparazioni di piatti, dall’antipasto al dolce e al liquore (noce tenera con mallo).

In questo articolo sono disponibili preparazioni semplici per curarsi con il Noce

Avvertenze!
Il noce non va utilizzato in combinazione con altri elementi vegetali se non espressamente autorizzato dal medico. Va ricordato che le noci e l’olio di noci non hanno un lungo tempo di conservazione giacché sono soggetti ad irrancidimento.

noci

Related Posts

Leave a Comment

Login to your account

Can't remember your Password ?

Register for this site!