Casa facile felice

0

Malattie e Parassiti nell’Orto e nel Giardino

Antonietta 03/08/2012

Le malattie parassitarie delle piante si possono evitare e curare con rimedi naturali. Si preparano con i principi attivi estratti da piante che si trovano normalmente nell’orto, le cosiddette “erbacce”.

Afidi.

I pidocchi possono essere eliminati con un Macerato di Ortica.

  • Si procede in questo modo: si raccolgono 5 rami con foglie di ortica e si mettono a macerare in 2 litri di acqua, in un recipiente che possa essere chiuso ermeticamente per 8 o 10 giorni. Il liquido verde così ottenuto va diluito nella proporzione di 1 a 1 e spruzzato sulle piante mentre la parte solida può essere usata come concime organico stimolante della crescita.

Crittogame.

I funghi come  Peronospora, Oidio e Ruggine, possono essere trattati con il Macerato di Equiseto.

  • Si prepara con lo stesso procedimento usato per il Macerato di Ortica. Il principio attivo è il Silicio che svolge azione anticrittogamica potente sulle muffe e sui funghi. Si procede usando 25 grammi di Equiseto in 2 litri di acqua, si lascia macerare per 8 o 10 giorni e si utilizza diluendo 1 parte di macerato in 1 di acqua prima di spruzzare sulle piante. Se la situazione dovesse essere grave si può preparare un decotto con 30 grammi di Equiseto per 1 litro di acqua, si lascia bollire per 30 minuti e si lascia  riposare. Si utilizza diluendo 1 parte di decotto in 3 parti di acqua e aggiungendo scaglie sottili di sapone neutro cosicché il preparato abbia presa sicura anche sulle foglie.

Forse  non tutti sanno  che alcune varietà di fiori ( Garofani ) vengono inoculati di uno speciale crittogame che ne altera i colori con screziature molto appariscenti e colorate!

Insetti.

Le farfalle come la Cavolaia possono essere eliminate con Macerato di Assenzio.

  • Si prepara con lo stesso procedimento del Macerato di Ortica ed ha azione efficace anche contro gli Afidi.

Insetti in generale.

Si possono trattare con un Macerato di Quassio utilizzando la corteccia.

  • Si procede alla preparazione  mettendo 30 grammi di corteccia in 1 litro di acqua, trascorsi 10 giorni circa si fa bollire il macerato per 30 minuti e si diluisce in 9 litri di acqua prima di spruzzare sulle piantine.

Formiche.

A meno che non abbiate un formichiere nell’orto o nel giardino qui di seguito è descritto come le formiche possono essere neutralizzate con metodi che non prevedono allontanamento coatto o di distruzione di massa!
Tra i vari  repellenti naturali esistenti  le Piante Aromatiche sono molto pratiche ed  efficaci utilizzate in Colture Consociative , come Macerati o Decotti, da spruzzare sul terreno e sulle piante.

  • Lavanda: per il macerato si utilizzano le infiorescenze, 50 grammi in 1 litro di acqua per 10 giorni, si diluisce 1 litro di Macerato con 1 litro di acqua e si spruzza. Il Decotto si prepara facendo bollire il macerato per 30 minuti , si diluisce il decotto in 3 litri di acqua e si spruzza sul terreno e sulle piante.
  • Menta: il Macerato e il Decotto si preparano procedendo nello stesso modo della Lavanda.
  • Tanaceto: il Macerato e il Decotto si preparano procedendo nello stesso modo della Lavanda.
  • Aglio: il macerato può essere utilizzato per gli Afidi spruzzando le piantine.

Ricordate che al momento della semina, possiamo difendere i semi, spargendo sul terreno le erbe aromatiche,  essiccate e triturate.

Nematodi.

I vermi sono utili  sono grandi mangiatori di terra, la arricchiscono e la smuovono mantenendola soffice,  se sono troppi potete raccoglierne qualcuno da usare come esca per pescare o potete darli da mangiare alle galline, se non andate a pesca e non avete galline raccoglieteli e trasportateli in campo aperto, come per i gatti esistono trasportini anche per i vermi!

Molluschi.

Ci sono sistemi semplici e efficaci per liberare l’orto e il giardino dai molluschi.

  • Interrare fin all’orlo un recipiente tipo secchio e mettere dentro una piccola quantità di latte o birra, durante la notte le lumache e le chiocciole vi cadranno dentro attratte dal liquido così la mattina dopo potranno essere raccolte.
  • Lasciare in vista foglie di lattuga o pezzetti di carota, la mattina dopo saranno pieni di lumache che potrete catturare.
  • Costruire una barriera di sale grosso, le lumache non riusciranno ad oltrepassarla e potranno essere raccolte il mattino presto; in zone piovose è consigliabile mettere il sale su foglie tipo di fico o lattuga. E’ bene ricordarsi che le galline apprezzano molto i molluschi.

Animali.

  • La Talpa non ama l’odore della Scilla, averne qualche piantina servirà a tenere questi animali lontano dall’orto e dal giardino.
  • I Topi possono essere allontanati piantando l’Euphorbia da utilizzare con cautela perché velenosa o distruggendo i nidi sotto terra rimuovendo le zolle con un forcone o ancora approntando trappole con pezzetti di formaggio.
  • Il Maggiolino è dannosissimo, in genere si nutre di foglie di alberi ad alto fusto ma in mancanza di queste anche le piante dell’orto e del giardino possono essere di suo gusto. E’ un insetto che si accoppia una volta ogni 4 anni circa ed è in quel momento che può essere catturato stendendo un telo sotto la pianta e si scuotendo i rami per far cadere gli insetti preferibilmente nelle prime ore del mattino, quando sono ancora addormentati.
  • Gli Uccelli, per loro  è sempre valido lo spaventapasseri  e se non dovesse bastare potete appendere fogli o strisce di carta lucida come quella delle uova di Pasqua oppure campanelli, il vento li muoverà e farà allontanare i volatili.

 

Ricordate  che tutti gli insetti e gli animali catturati, possono essere utilizzati per arricchire il compost, previa bollitura.

I  rimedi e le preparazioni proposte in questo articolo, sono adatti anche per il giardino.
Sopratutto ricordate che tutti gli animali  sono funzionali alla catena alimentare, sono allo stesso tempo dannosi e utili.

Leave a Comment

Login to your account

Can't remember your Password ?

Register for this site!