Casa facile felice

Uncategorized
0

Zampognari e Novena.

Antonietta 16/12/2012

Ho chiesto ad alcuni bambini se avessero mai ascoltato la Novena. Mi hanno guardato con scherno e ne ho dedotto che è una parola quasi sconosciuta alle giovanissime generazioni.

La Novena di Natale inizia il 16 e termina il 24 Dicembre; rappresenta i nove mesi di attesa dell’arrivo di Gesù Salvatore dei popoli e in tutti i 9 giorni si recita una preghiera. Nel secolo scorso, la Novena era il momento della giornata dedicato al raccoglimento della famiglia, davanti al presepe. I più piccoli spiavano l’arrivo degli zampognari che, con le loro musiche  natalizie, invitavano tutti a partecipare.

Gli zampognari erano le figure caratteristiche delle feste, molto attesi dai bambini e dai genitori che ogni giorno, usavano offrire loro bevande calde o altri generi di conforto. Alla vigilia del Natale, nell’ultimo giorno di Novena, era consuetudine offrire anche una piccola somma di denaro come ringraziamento per aver accompagnato la famiglia nel  percorso verso l’Avvento.

Oggi per la prima volta dopo anni, ho rivisto gli zampognari; giravano di casa in casa alla ricerca di un presepe intorno al quale riunire la famiglia per un canto o una preghiera. Mi è sembrato di essere tornata indietro nel tempo o forse avanti nel tempo secondo un punto di vista positivo. Le nostre tradizioni sono importanti, non dobbiamo dimenticarle ma coltivarle, farle conoscere ai nostri figli e ai nostri nipoti, indipendentemente dalla nostra fede;  quelle natalizie, sopratutto gli zampognari con le loro musiche sacre, appaiono degne di essere trasmesse alle giovanissime generazioni.

 

Related Posts

Leave a Comment

Login to your account

Can't remember your Password ?

Register for this site!